Revisori_pubblico
 
Istituto        Iscrizioni        Il Revisore        Area Stampa        Servizi telematici        Accordi e Convenzioni        Quesiti
  News RGS  News EE.LL.   Normativa   Rischi professionali  Tirocinio   Tariffe @  HOME  Mappa

 

News Revisione Legale

 

6 Luglio 2017
La circolare del Mineconomia del 6/7/2017, n. 26 delinea le istruzioni per l’assolvimento dell’obbligo di formazione professionale continua previsto dall’art. 5 del dlgs 27/1/10, n. 39 per tutti gli iscritti nel registro dei revisori legali. Nello specifico l’adempimento di tale obbligo formativo viene cadenzato su un arco temporale triennale, durante il quale ciascun iscritto deve conseguire almeno 60 crediti formativi, in ragione di almeno 20 crediti formativi per ciascun anno. E sulla base del comma 2 dell’art. 5 del dlgs n. 39/2010, almeno dieci crediti formativi, in ciascuna annualità, devono riguardare la gestione del rischio e il controllo interno; i principi di revisione nazionali e internazionali; la disciplina della revisione legale; la deontologia professionale e indipendenza e infine la tecnica professionale della revisione.

Istruzioni in materia di formazione continua dei revisori legali iscritti nel registro - Circolare RGS del 6 luglio 2017, n. 26 -
La circolare RGS del 6 luglio 2017, n. 26, reca istruzioni per l’assolvimento dell’obbligo di formazione professionale continua per gli iscritti nel Registro dei revisori legali, in attuazione di quanto previsto dall’articolo 5 del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39, come modificato dal decreto legislativo 17 luglio 2016, n. 135. La circolare illustra, in particolare, le modalità di erogazione dei corsi di aggiornamento professionale, le procedure per l’accreditamento degli enti formatori eventualmente interessati, la disciplina prevista per il riconoscimento della formazione svolta presso gli ordini professionali e le società di revisione legale iscritte al Registro.
Circolare RGS del 6 luglio 2017, n. 26


15 Giugno 2017
Adozione del nuovo principio professionale (SA Italia) 720B, concernente le responsabilita’ del soggetto incaricato della revisione legale relativamente alla relazione sulla gestione e ad alcune specifiche informazioni contenute nella relazione sul governo societario e gli assetti proprietari.
Con determina del Ragioniere generale dello Stato n. 129507 del 15 giugno 2017 è stato adottato il nuovo principio professionale (SA Italia) 720B, concernente le responsabilità del soggetto incaricato della revisione legale relativamente alla relazione sulla gestione e ad alcune specifiche informazioni contenute nella relazione sul governo societario e gli assetti proprietari.

"..... I revisori legali e le società di revisione legale dei conti annuali e dei conti consolidati iscritti al registro di cui agli articoli 6 e seguenti del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39, come modificato dal decreto legislativo 17 luglio 2016, n. 135, applicano, nello svolgimento degli incarichi di revisione disciplinati dagli articoli 9 e seguenti del suddetto decreto legislativo, il principio allegato (Standard on Audit) 720B, elaborato ai sensi dell’articolo 11, comma 2, del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39 e sulla base della convenzione del 24 settembre 2014 tra Ministero dell’economia e delle finanze e ordini e associazioni professionali, come previsto dall’art. 27, comma 13, del citato decreto legislativo n. 135/2016.
La versione allegata del predetto principio si applica a decorrere dalla revisione dei bilanci relativi agli esercizi che iniziano dal 1° luglio 2016 o da date successive;
La versione allegata del principio (Standard on Audit) 720B sostituisce la versione adottata con determina del Ragioniere generale dello Stato del 23 dicembre 2014.
I revisori legali e i responsabili della revisione legale sono tenuti a prendere visione e a rispettare eventuali dichiarazioni riportate in calce al principio in materia di diritti e di autorizzazione dell’IFAC..."

Testo integrale Determina
Testo del principio SA (Italia) 720 B


09 Maggio 2017
Esami di abilitazione per la revisione legale
A seguito del diretto interessamento dell'INRL presso la Ragioneria dello Stato (MEF) si comunica che gli esami di abilitazione per l'attività professionale di revisione legale, secondo i dettami del nuovo Dlgs 39/2010 entrato in vigore il 1 gennaio scorso, verranno calendarizzati entro fine luglio. Per quella data sarà premura dell'INRL dare tempestiva visibilità sui tempi, modalità e località relativi agli esami, nel sito dell'Istituto.


10 marzo 2017
MEF: ANCHE AGLI ENTI ASSOCIATIVI SI APPLICA LA DISCIPLINA DELLA NUOVA REVISIONE 39/2010
Importante pronuncia del Ministero dell’economia che nei giorni scorsi ha diramato la propria interpretazione in merito alla obbligatorietà o meno della revisione contabile per gli enti associativi. Secondo il parere ufficiale del Mef «qualora lo statuto preveda lo svolgimento della revisione contabile, l’incarico una volta conferito deve rispettare la disciplina di cui al decreto legislativo 39/2010, entrato in vigore il 1° gennaio scorso». Di fatto le regole che dettano la revisione legale obbligatoria per tutte le società di capitali, vanno applicate anche per tutti gli enti associativi che contemplino la revisione del bilancio. Altra precisazione del Mef riguarda i casi in cui nello statuto degli enti sia previsto un organo di controllo interno: in questi casi l’attività di revisione può essere affidata al collegio sindacale o al collegio previa approvazione dell’incarico che deve essere conferito da una specifica delibera


7 marzo 2017
RGS: Adottato il programma 2017 per l’aggiornamento professionale dei revisori legali
Con determina del Ragioniere generale dello Stato prot. n. 37343 del 7 marzo 2017 è stato adottato il programma annuale relativo all’anno 2017 per l’aggiornamento professionale dei revisori legali.
Testo della determina


20 gennaio 2017
FORMAZIONE CONTINUA
La formazione continua, resa obbligatoria dall’ex art. 5 del dlgs 39/2010 entrato in vigore dal 1° gennaio 2017 è stata oggetto di una nota diffusa dal Mef la scorsa settimana, nella quale si evidenzia l’importanza dell’adempimento da parte dei Revisori Legali. Nel recepire pienamente tutti gli obblighi di legge l’Istituto Nazionale Revisori Legali è parte attiva nell’apposito Comitato didattico-scientifico istituito dal ministero vigilante per la formazione «Sosterremo tutti i nostri iscritti», ha assicurato il presidente dell’Istituto Virgilio Baresi, «con il programma annuale di formazione conforme alle esigenze di aggiornamento professionale del Revisore Legale seguendo le linee-guida e l’operato del suddetto organismo istituito presso il Mef che annovera al suo interno due nostri valenti rappresentanti, Caterina Garufi, membro del nostro comitato scientifico, e Roberto Belotti, docente presso la scuola superiore di economia e finanze». E sempre nella recente nota, il ministero vigilante ha reso noto che verranno pubblicate periodicamente le informative afferenti alle modalità di erogazione della formazione stessa, ribadendo che tutti i soggetti iscritti nel Registro dei Revisori Legali dovranno attenersi rigorosamente al rispetto degli obblighi formativi. Nel dettaglio, è stato stabilito che il periodo di formazione continua sarà triennale con decorrenza dal 1° gennaio al 31 dicembre di ciascun anno. Pertanto, tutti gli iscritti, compresi quelli appartenenti alla cosiddetta alla sezione B dovranno acquisire almeno 20 crediti formativi in ogni anno solare, per un totale di 60 in un triennio. La nota del Mef prosegue specificando che il 50% del programma sarà dedicato alle materie economico-giuridiche caratterizzanti l’attività del Revisore Legale e la verifica dell’effettivo assolvimento degli obblighi formativi da parte degli iscritti al Registro sarà curato direttamente dal Mef che applicherà le previste sanzioni in caso di inadempimento. Segue Articolo ItaliaOggi 20 gennaio


13 gennaio 2017
FORMAZIONE CONTINUA
Il MEF ha istituito il Comitato didattico-scientifico che elaborerà il programma annuale di formazione
Il ragioniere generale dello stato ha emesso una specifica determina l'istituzione presso il MEF del Comitato didattico-scientifico per la formazione continua del Revisore Legale
, il comunicato è stato pubblicato l'11 gennaio 2017, sul portale dedicato alla revisione legale dei conti:
Comunicato MEF-RGS 11 gennaio 2017
FORMAZIONE CONTINUA EX ART. 5 D.LGS. N. 39 DEL 2010
Si porta a conoscenza degli iscritti, destinatari degli obblighi di formazione continua ex art. 5 del decreto legislativo n. 39 del 2010, che è stato istituito presso il Ministero dell’economia e delle finanze, senza oneri per la finanza pubblica né a carico della contribuzione annuale, un apposito Comitato didattico-scientifico per la formazione dei revisori legali. Scopo del Comitato, che ha già avviato i propri lavori nella seduta di insediamento tenutasi in data 20 dicembre 2016, è di assicurare l’elaborazione di un programma annuale della formazione autorevole e conforme alle esigenze di aggiornamento professionale del revisore.

Le notizie ufficiali inerenti le modalità di erogazione della formazione continua verranno pubblicate sul portale -
www.revisionelegale.mef.gov.it


MEF Contributo annuale Registro Revisori

> da http: www.revisionelegale.mef.gov.it
"L’importo del contributo annuale di iscrizione per l’anno 2017, determinato dal decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 5 dicembre 2016, è pari ad euro 26,85, da versare in un’unica soluzione entro il 31 gennaio 2017. Il pagamento potrà essere effettuato utilizzando i servizi del sistema pagoPA®, tramite gli strumenti di pagamento elettronico resi disponibili dalla piattaforma, direttamente dal sito web della revisione legale o presso gli intermediari autorizzati.
Saranno recapitati da parte del MEF, all’indirizzo elettronico comunicato da ciascun iscritto al Registro dei revisori legali, appositi avvisi per il pagamento del contributo. Per ulteriori informazioni sulle modalità di pagamento, è possibile visitare la sezione “Contributi Annuali” del sito MEF-RGS.
Il Mef ricorda infine, l’obbligo di accreditamento all’Area riservata del sito MEF-RGS, nella quale è possibile, tra l’altro, consultare lo stato dei pagamenti pregressi, scaricare copia dell’avviso di pagamento ed aggiornare i propri dati anagrafici e di contatto, incluso l’indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) che ciascun iscritto è tenuto a comunicare in attuazione dell’articolo 27, comma 2, del decreto legislativo 17 luglio 2016, n. 135."


11 ottobre 2016
"SEZIONE A" E "SEZIONE B" DEL REGISTRO DEI REVISORI LEGALI
A seguito delle novità introdotte dal DLgs. 135/2016, sono state istituite le nuove Sezioni A e B

Con una nota pubblicata il 10 ottobre 2016, sul portale della revisione legale il MEF, per il tramite RGS, ha informato dell’avvenuto aggiornamento del Registro dei revisori legali - formazione delle Sezioni A e B -
L’aggiornamento è conseguente le novità del DLgs. 135/2016 (in vigore dal 5 agosto 2016), che ha riformato la disciplina in materia di revisione legale del DLgs. 39/2010.
L’art. 8 del DLgs. 39/2010 (versione in vigore fino al 4 agosto 2016) e le relative disposizioni attuative (DM 16/2013) stabilivano che il Registro dei revisori legali fosse composto da due sezioni, revisori attivi e revisori inattivi (soggetti che non avevano assunto incarichi di revisione legale o che non avevano collaborato ad attività di revisione legale in una società di revisione per 3 anni consecutivi). Il DLgs. 135/2016 ha sostituito e modificato questa distinzione.

L’art. 8 del DLgs. 39/2010 (versione in vigore dal 5 agosto 2016) prevede l’istituzione:
- della Sezione A, per i soggetti che svolgono attività di revisione, che collaborano a un’attività di revisione in una società di revisione o che hanno svolto le predette attività nei 3 anni precedenti;
- della Sezione B, per i soggetti che non svolgono concretamente attività di revisione, ma che possono svolgere attività professionali quali incarichi sindacali, perizie o attestazioni previste dal codice civile.

L’art. 27 comma 5 del DLgs. 135/2016 ha, previsto una specifica disciplina transitoria, per cui i soggetti che al 5 agosto 2016 erano iscritti nella sezione del Registro "attivi" sarebbero transitati automaticamente nella Sezione A.
Mentre nella Sezione B del Registro sarebbero stati iscritti:
- i soggetti inseriti nella sezione "revisori inattivi";
- e coloro che nell’ultimo triennio non avevano comunicato alcun incarico di revisione legale o non avevano collaborato ad attività di revisione presso una società di revisione legale.

Le nuove modalità di gestione del Registro apportano modifiche anche per ciò che concerne gli obblighi di formazione continua.
Mentre, prima i "revisori inattivi" non sarebbero stati tenuti a osservare gli obblighi in materia di formazione, secondo il vigente art. 8 del DLgs. 39/2010 i soggetti iscritti nella Sezione B saranno soggetti a tali obblighi, a decorrere dal 1° gennaio 2017

NOTA RGS 10 ottobre 2106:
Con l’entrata in vigore del decreto legislativo n.135 del 17 luglio del 2016, sono istituite nel Registro dei Revisori Legali le nuove sezioni denominate «A» e «B». L’articolo 27 del decreto legislativo, in prima applicazione, ha stabilito i criteri per la formazione di tali sezioni, prevedendo, in particolare, l’iscrizione nella «Sezione B» dei revisori “inattivi” e di quelli per i quali non risulta espletato nell'ultimo triennio alcun incarico di revisione legale o attività di revisione presso una società di revisione legale.

A tale riguardo, la Circolare RGS n. 34 dell’8 agosto 2013, nel fissare al 23 settembre il termine per l’avvio degli obblighi di comunicazione verso il Registro degli incarichi di revisione legale in corso, per mezzo di modalità telematiche e digitali, aveva previsto, già in conformità al decreto legislativo n. 39 del 2010, che “La mancata assunzione di incarichi di revisione legale per tre anni consecutivi determina l'iscrizione nella sezione "revisori inattivi" del Registro dei revisori legali”.

L’aggiornamento delle sezioni «A» e «B» del Registro sono rese effettive a far data dal 23 settembre 2016.

AVVISO AI TIROCINANTI
Si ricorda che il revisore legale iscritto nella «Sezione B» del Registro non può assolvere in relazione al tirocinio la funzione di “dominus” per aspiranti revisori legali. Alla luce di quanto precede, si invitano i tirocinanti di dominus eventualmente iscritti in detta Sezione, al fine di non incorrere nella sospensione automatica del tirocinio - con effetto dalla data in cui il dominus è collocato nella «Sezione B» -, ad individuare altro revisore legale (iscritto nella «Sezione A») o società di revisione legale, e ad effettuare le conseguenti comunicazioni verso il Registro di variazione del soggetto presso il quale il tirocinio è svolto (modulo TR-10).


SEGUE >>  

 




Formazione
Bandi nomine
Novitą e provvedimenti
Parere dell'esperto
Enti locali

 News
   Com. stampa 30-11-2017
   Nota stampa 29 novembre
Archivio 'News' ........................................

 Comunicati ai soci
   Circolare Eventi Roma 15 dicembre
Archivio 'Comunicati ai soci' ........................................
INRL - Istituto Nazionale Revisori Legali - Milano - Roma - Bruxelles - Tel. 02 669.84.967 - Fax 02 700.38.329 - segreteria@revisori.it